Ore 7.13

Immagine

Ecco cosa succede quando la tua migliore amica si invasa completamente per la medicina macrobiotica (ovviamente come conseguenza del lavaggio di cervello che le hai fatto per mesi): che alle 7.13 del mattino ti ritrovi a what’s-appare su come preparare un ragù vegano. No, no, niente scarpe, trucchi, vestiti, uomini o sesso: ragù vegano. Seguono ovviamente tutti i dettagli su cosa scegliere come ingredienti: “meglio gli straccetti di soia?” ” nooooooo, ma io l’ho fatto col seitan!” ” si ma non ti ha gonfiato la pancia???” ” hai ragione è vero, ma dove li compro gli straccetti di soia?”. Sarebbe stato meglio una conversazione alla Sex&TheCity sulle scarpe di Jimmy Choo, ed invece ognuno ha l’amica che si merita, quindi io mi merito conversazioni sul ragù vegano. Che poi, è assolutamente buono. Provare per credere (se vi riuscisse bene, me ne prendo i meriti, nel caso contrario chiamate pure Sara, perché questa è la sua ricetta, io lo prendo già fatto):

Soffriggere porro carota sedano pomodorini e rosmarino ( a piacere anche un pò di aglio) con acqua e un goccio di salsa di soia.

Aggiungere  seitan tritato o straccetti di soia disidratati ( all’incirca 200g di prodotto)

Sfumare con un poco di vino bianco e rosolare a fiamma alta per qualche minuto.

Aggiungere passata di pomodoro e acqua q.b. e far cuocere per 15/20 minuti.