Agnello.

Scena: entro in casa in stile paladina della giustizia.
“Ma non vi vergognate?? Nell’era dell’etica sociale ed alimentare ci riduciamo ancora a cucinare l’agnello per Pasqua! Con tutti i blog di cucina vegetariana che ci sono, e… Bla bla bla (soliloquio dei miei)
“Ma noi non mangeremo l’agnello: noi mangeremo il capretto!”
“…”

20130331-000402.jpg

Oh My God.

dubbio

Nuovo tormentone della prossima estate sarà la ormai famosa OMG (Oh My God), nuova dieta made in England. Ne ho lette di tutti i colori ma il riassunto è questo: al mattino niente colazione ( a me già viene fame), solo un caffè perché calma la fame nervosa ( ..?) e poi una bella camminata o mezz’ora di attività fisica. Sempre al mattino una bella doccia fredda (giusto per calmare gli animi) e alle dieci uno spuntino: si ma con cosa???

Pranzo carboidrati, preferibilmente cereali integrali, proteine e verdure, cena idem,  fino a qui ci siamo.

Poca frutta , niente zuccheri o dolci, in generale niente schifezze, e va bene.

Ma la perla di questa dieta è il segreto per avere la pancia piatta: “Acquista una confezione di palloncini diversi. Inizia con un pallone facile da gonfiare. Stare in piedi davanti allo specchio (idealmente, poco prima di andare a letto, quando la capacità polmonare è al suo apice). Tenere i gomiti fino all’altezza tuo viso e soffiare. Una volta che il pallone è pieno, far uscire l’aria e ripetere dieci volte. Fate una pausa di tre minuti se arriveranno le vertigini. Gonfiate i palloni a giorni alterni (con un nuovo pallone ogni giorno), aggiungendo due insufflazioni in più ogni volta, fino a raggiungere 20“.

E’ il caso di dirlo: Oh my God.

ARRIVA LA PRIMAVERA, TEMPO DI CAMBIAMENTO!!

lacarotasenzailbastone

Nuovo cliclo di INCONTRI E PERCORSI VOLTI AL CAMBIAMENTO nella nostra sede di A BREMBATE DI SOPRA in collaborazione con Elena Colombo, personal stylist e Valeria Ranzini blogger di alimentazione naturale con il supporto di PonyDieta Dietadomiciliobergamo.

1) Al meglio di te.
Incontri teorico pratici per discutere dei punti di
forza e dei pregi da valorizzare per sentirsi in forma e belle anche senza
pretendere di assomigliare alle attrici e alle modelle.
L’incontro è organizzato da http://www.ponydieta.it in collaborazione con la
personal stylist Elena Colombo e si rivolge in special modo alle donne che
desiderano cambiare il loro aspetto o recuperare o migliorare l’immagine
di se stessi valorizzando quello che di buono si ha e non cercando
qualcosa che non si potrà ottenere.
Libro consigliato: La percezione del Sé. Le fonti ecologiche e interpersonali della conoscenza di sé Neisser Ulric
Film consigliato: La morte ti fa bella di R…

View original post 162 altre parole

L’ Era del Decadentismo.

IMG_0471

E poi una domenica mattina ti alzi, e mentre ti guardi allo specchio, lo vedi: proprio li, in bella mostra che troneggia spavaldo. Un capello bianco. E capisci che l’Era del Decadentismo è cominciata. Ma non mi voglio arrendere, i capelli bianchi non avranno mai il sopravvento sulla mia testa. Capisco che è ora di correre ai ripari: l’ Henné.

L’ Henné  sotto forma di polvere è estratto dalla Lawsonia una pianta originaria dell’India e del Nord Africa. Esistono due tipi di Henné: il neutro e il naturale, tutti gli altri sono miscele di piante appositamente preparate per ottenere le diverse colorazioni. Fate sempre attenzione a cosa acquistate. La miscela deve contenere solo erbe, ed informatevi sulla presenza di picramato, una sostanza chimica che può causare molte allergie.

La crema da preparare per l’impacco è molto semplice: acqua calda da versare a filo sulla povere fino ad ottenere una crema bella densa ( in modo che non coli in giro per la casa) e se volete due cucchiai di aceto di mele o di vino per lucidare i capelli. Non serve una base acida come yogurt o succo di limone se la polvere è completamente naturale, fidatevi. Infine cospargete di olio o burro la cute vicino all’attaccatura dei capelli per evitare strane cromie della pelle ( parlo per esperienza personale) e con un pennello stendete la crema dalla radice alla punta dei capelli. Avvolgete la testa nella pellicola e per un’ora fate finta di essere Moira Orfei. Infine sciacquate la testa e lavate i capelli. Vedrete che bel risultato!